Gestione allergeni normativa UE 1169/11

Dal 13 dicembre 2014 tutte i prodotti alimentari devono indicare sulle etichette gli allergeni per conformarsi alla direttiva europea 1169/11.
L'obbiettivo della normativa è quello di tutelare ulteriormente il consumatore finale, indicandogli in modo chiaro gli ingrediente, i valori nutrizionali e gli allergeni contenuti.
Questa normativa riguarda tutti coloro che operano in maniera attiva nel campo dell'alimentazione dai bar ai servizi di catering.

La situazione in Italia
Il Ministero della Salute, per far chiarezza sull’argomento ha pubblicato una circolare nella quale spiega la prassi da seguire per adeguarsi alla nuova normativa.
L’obbligo è quello di fornire al consumatore finale tutte le informazioni per individuare facilmente se negli alimenti vi sono sostanze allergene; il ministro aggiunge, inoltre, che tali informazioni possono essere riportate sui menù, cartelli, registri cartacei ma anche su supporto tecnologico purché siano facilmente consultabili dal cliente.

Sulla base di quanto riportato, quindi, il cartello unico degli ingredienti è ormai da ritenersi definitivamente fuori legge, perché si tratta di un’indicazione non idonea ad esprimere la pericolosità degli alimenti per consumatori vulnerabili a talune sostanze.
Le violazioni di questi obblighi possono venire già sanzionate ai sensi del d.lgs. 109/92 articoli 16 e 18.

Scarica la circolare del Ministero della Salute

Scarica la normativa